giovedì 31 dicembre 2009

Nel 2009...


-6 aprile: terremoto all'Aquila, le vittime saranno 308
-24 dicembre: durante la Messa di Natale,viene aggredito il Papa
-il superenalotto regala una vincita record a Bagnone:147,8 milioni di euro



-22 ottobre: muore in carcere Stefano Cucchi
-Obama è Premio Nobel per la Pace
-Pierluigi Bersani è il nuovo segretario del Pd
-17 settembre, uccisi 6 soldati italiani in un attentato in Afghanistan



-29 giugno: incidente ferroviario a Viareggio,le vittime saranno 32.
-9 febbraio: muore Eluana Englaro
-17 febbraio: condanna a 4 anni e 6 mesi per l'avvocato David Mills



-Valentino Rossi vince il suo nono titolo mondiale
-Denis Menchov vince il 92° Giro d'Italia
-25 luglio: grave incidente per il ferrarista Felipe durante le prove del Gran Premio d'Ungheria



-2 ottobre: nubifragi a Messina,due paesi distrutti (Giampilieri e Scaletta Zanclea) e 35 morti
-dicembre: freddo polare, neve e piogge in tutta Italia,paese in tilt
-1 novembre: muore Alda Merini



-13 dicembre: dopo un comizio a Milano,Silvio Berlusconi è ferito da Massimo Tartaglia.
-Veronica Lario chiede la separazione dal marito Silvio Berlusconi
-Scoppia il Noemi gate
-Piero Marrazzo, governatore della regione Lazio, si dimette in seguito ad un suo coinvolgimento in un giro di trans



-25 giugno: muore Michael Jackson
-22 febbraio: muore Candido Cannavò
-18 agosto: muore Fernanda Pivano




-8 settembre: muore Mike Bongiorno
-Nasce il Pdl
-La Corte Costituzionale dichiara non conforme alla Costituzione il Lodo Alfano

martedì 29 dicembre 2009

Aquilotti, avanti così!


Nel doppio turno di campionato, che precede la sosta natalizia, lo Spezia raccoglie quattro punti e raggiunge la vetta della classifica, anche se in coabitazione con altre squadre.
Sembra incredibile ma è così, la squadra inguardabile che il 1 novembre a Pavia subiva la sua terza sconfitta consecutiva è riuscita nell'impresa di ottenere cinque successi e due pareggi nelle ultime sette partite, guadagnando la bellezza di diciassette punti, che valgono il primato.
E pensare che sarebbe bastato custodire l'1-0 casalingo contro il FeralpiSalò per guardare tutti dall'alto, ma l'autorete di Vargas a dieci minuti dal termine ha privato i bianconeri di due punti.
Nella partita casalinga di domenica 13 dicembre, dunque, pareggio per 1-1 tra Spezia e FeralpiSalò; fa tutto il neoacquisto Jorge Vargas, 36 anni e un passato in A nella Reggina: prima risolve una mischia in area con un tocco d'astuzia, poi la sfortunata autorete di testa che fissa il risultato finale sull'1-1. Nell'ultima gara del 2009(la prima del girone di ritorno) lo Spezia espugna il campo innevato della Pro Sesto, fanalino di coda del torneo. Dopo pochi minuti i padroni di casa passano con Sehic, ma ci pensa Lazzaro(nella foto) a ristabilire la parità con una girata in diagonale. Nella ripresa, ad un quarto d'ora dal termine, fallo in area su Beretta ed è ancora bomber Lazzaro a segnare per il conclusivo 2-1. Contro la Pro Sesto i bianconeri hanno avuto un pizzico di fortuna, così si può affermare che nella somma i quattro punti delle ultime due partite siano un bottino giusto per quanto si è visto sul terreno di gioco.
Nel frattempo il Legnano campione d'inverno cade in trasferta contro la Villacidrese(2-0) e lo Spezia lo raggiunge in testa, insieme ad altre due squadre.
La classifica rimane comunque cortissima, con le prime dieci squadre raccolte in soli sei punti; i recuperi delle gare non disputate a causa della neve potrebbero fare sì che la graduatoria si accorci ancora di più, e altre due squadre potrebbero salire in vetta raggiungendo le prime della classe. Classifica: Rodengo 30; Spezia 30; Legnano 30; Sudtirol 30; Alghero 28 ;Pavia*27;Canavese27*; Mezzocorona 27;Sambonifacese* 26;FeralpiSalò* 24; Pro Vercelli* 23;Noceto* 23;Carpenedolo 21; Olbia 18; Valenzana* 18; Villacidrese 18; Pro Belvedere* 9; Pro Sesto 8. *=una partita in meno

domenica 27 dicembre 2009

Yahtzee!!!



Per delle feste in allegria scegli Yahtzee!!!

1° Teorema del Dami: Quando è bilaterale non si sbaglia mai.
2° Teorema del Dami: Quando è bilateralona non si sbaglia di nuovo (anche se ogni tanto...).

venerdì 25 dicembre 2009


Buon Natale dal Ghetto!!!

Joyeux Noel!
Kala Christouyenna!
Gledigel Jol!
Merry Christmas!
God Jul!
Sarbatori Vesele!
Feliz Navidad!
Feliz Natal!
Sretan Bozic!
Zalig Kerstfeast!
Froehliche Weihnachten!

(che originali gli Auguri in tante lingue!!!come il Papa!!)

lunedì 21 dicembre 2009

Io prendo il treno...

Il gelo sta bloccando il nostro paese. E i treni non sono esenti da problemi (sia chiaro, il servizio fa già abbastanza schifo in condizioni normali).
L'amministratore delegato di Trenitalia, Mauro Moretti, ha oggi rassicurato l'utenza con una conferenza stampa "Portatevi qualche maglione pesante, qualche panino in più e qualche bottiglia d'acqua".

Benvenuti in Italia, alle soglie del 2010...

venerdì 18 dicembre 2009

Radio Maria

Gira su Facebook...
Tempo fa un NOTO RELIGIOSO, dalle onde radio di Radio Maria, ha risposto ad un ascoltatore che l'OMOSESSUALITA' E' UN ABOMINIO, perchè a dirlo è la BIBBIA (Levetico, 18,22).
Un ABOMINIO CHE NON PUO' ESSERE TOLLERATO IN NESSUN CASO.
10 giorni fa quello stesso ascoltatore ha scritto questa lettera al NOTO RELIGIOSO...
Lettera del 16 maggio 2009
Caro sacerdote, le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore.
Ho imparato davvero molto dal suo programma, e ho cercato di condividere tale conoscenza con più persone possibile.
Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che ciò è un abominio.
Fine della discussione.
Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.-

Vorrei vendere mia figlia come schiava, come prevede Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?-
Quando do fuoco ad un toro sull’altare sacrificale, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1.9). Il problema è con i miei vicini. Quei blasfemi sostengono che l’ odore non è piacevole per loro. Devo forse percuoterli?-
So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni (Levitico 15:19-24). Il problema è: come faccio a chiederle se ce le ha oppure no? Molte donne s’offendono.
- Levitico 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?-
Un mio vicino insiste per lavorare di sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?
- Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è un abominio (Levitico 11:10), lo è meno dell’omosessualità. Non sono d’accordo. Può illuminarci sulla questione?
- Levitico 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all’ altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere … La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c’è qualche scappatoia alla questione?
- Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Levitico 19:27). In che modo devono esser messi a morte?
- In Levitico 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?
- Mio zio possiede una fattoria. E’ andato contro Levitico 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. È proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Levitico 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?

So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondermi a queste semplici domande.
Nell’occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che i comandamenti sono eterni e immutabili.
Sempre suo ammiratore devoto.”

lunedì 14 dicembre 2009

L'angolo del trash / Momenti di puro godimento



A pochi minuti di distanza dall'ATTENTATO ai danni di Silvio B., Emilio F. si trova a darne notizia in apertura del suo "telegiornale".
Al confronto Stanlio e Ollio sono dei dilettanti del genere comico...sempre che ci sia da ridere...

domenica 13 dicembre 2009

Attentato!

Stava firmando autografi a delle scimmie radunate per un comizio, quando un delinquente gli si è avvicinato colpendolo al volto con un modellino del Duomo!
Di chi stiamo parlando?Ma del superuomo con le palle d'acciaio!SuperSilvio! (cosi Super non è, insomma io di Super conosco solo Clark Kent e se lo colpisci non sanguina, Smallville docet).

La violenza va sempre condannata, però quando te la cerchi...come si dice, t'attacchi al cazzo e tiri!
E va bene che è arrivato solo un modellino del Duomo, per i miei gusti poteva andare anche peggio.

E ora per favore, visto che questo è il Governo della non punibilità, rimettiamo subito in libertà l'aggressore. Questione di coerenza eh...

Onemanband



Sosteniamo e compriamo la buona musica di Bernard Snyder,One man band!!!
Lo trovate a La Spezia in questi giorni.

mercoledì 9 dicembre 2009

Rai-Sport, informazione e fair play.


Sabato pomeriggio, navigando sul sito della Gazzetta dello Sport, osservo una notizia riguardante una partita del campionato di calcio di Serie B; l'articolo riguarda un bel gesto di fair play, merce sempre più rara nel mondo del calcio italiano. La gara in questione è Ascoli-Reggina e l'episodio, in breve, è il seguente: al 20' del primo tempo i padroni di casa segnano approfittando dell'infortunio di un avversario, così, alla ripresa del gioco, l'allenatore dell'Ascoli Bepi Pillon(ex calciatore dello Spezia,vedi foto) ordina ai suoi di fermarsi e lasciar segnare la Reggina, ristabilendo la parità. Per la cronaca tanta sportività non viene premiata, in quanto i calabresi chiudono il match sul 3-1. A quel punto accendo il televisore e mi sintonizzo su Rai Tre, per vedere con i miei occhi quanto è successo sul campo, nella trasmissione di Rai Sport dedicata alla Serie B.
In effetti riscontro che quanto ho letto sulla Gazzetta corrisponde a verità, ma, una volta iniziati i commenti, non credo alle mie orecchie. I commentatori presenti in studio criticano severamente quanto accaduto, definendolo un episodio di falso fair play, sostenendo che l'essersi fermati per far segnare l'avversario abbia rappresentato una violazione della regola fondamentale del calcio, cioè quella di giocare sempre al massimo delle proprie possibilità; auspicano altresì l'intervento della Federazione, che faccia luce su eventuali irregolarità.
Al di là del modo in cui ognuno possa intendere lo sport, e più in generale la sportività, credo che un gesto di fair play sia comunque, se non da elogiare, almeno da rispettare , specie se costa la vittoria a chi lo compie. Premesso che le opinioni sono strettamente personali e che ognuno può pensare ciò che meglio crede, concludo con una piccola riflessione: se quello di sabato è un gesto di scarso fair play, cosa sono allora quelle interviste intrise di banalità e condizionate totalmente dal risultato che vediamo fare agli allenatori al termine delle gare, specialmente quelle della Nazionale? e che dire del fair play del commissario tecnico dell'Italia che si sottrae alle domande del cronista di turno senza che ciò comporti la benchè minima critica? E che dire poi di quel tifo spudorato e di quei commenti del tutto privi di obiettività durante le partite dell'Italia o delle italiane nelle coppe, salvo poi rimangiarsi tutto in caso di sconfitta?
Forse, nel mio caso, si tratta dello scarso fair play di chi ascolta.

martedì 8 dicembre 2009

Spezia, due vittorie e la vetta si avvicina


Pare che lo Spezia sia tornato. Dopo una prima parte di stagione che aveva deluso anche i tifosi più ottimisti, ecco che gli aquilotti ingranano la marcia giusta, cogliendo sei punti nelle ultime due gare disputate. Nella prima gli aquilotti hanno la meglio per 1-0 su un Sudtirol sceso al "Picco" molto tonico e determinato: è un gol di Lazzaro al 10' del primo tempo a decidere l'incontro. Gli aquilotti giocano bene per un'ora, ma non riescono a chiudere il match, così nella parte conclusiva della partita c'è parecchio da soffrire prima di festeggiare i tre punti.
Domenica pomeriggio colpaccio spezzino in quel di Alghero, campo ostico. A dire il vero il pari era forse il risultato più giusto, ma la squadra di mister D'Adderio(foto in alto) ha mostrato di saper soffrire, nonostante numerose assenze avessero decimato il gruppo aquilotto.
Al minuto 88 è ancora Lazzaro il match-winner, trasformando con grande freddezza un rigore procurato da Herzan. Da segnalare il buon esordio tra i pali del giovane(classe '91) Mozzachiodi.
Con quest'ultimo successo lo Spezia si proietta al terzo posto della classifica, con un punto di ritardo dalla coppia Legnano- Rodengo, ad una gara dal termine del girone di andata.
E' senza dubbio presto per cantare vittoria, ma il mister D'Adderio, dopo le difficoltà iniziali, pare aver compattato il gruppo e si è dimostrato abile e coraggioso nel fronteggiare l'emergenza infortuni, inventando anche soluzioni nuove dal punto di vista tattico.
Domenica al "Picco" arriva il Feralpi Salò, squadra proveniente come noi dalla Serie D, e che in classifica si trova tre punti dietro gli aquilotti. Lo Spezia deve vincere per chiudere in bellezza l'andata e cercare di approfittare dello scontro diretto tra Legnano e Rodengo.

domenica 6 dicembre 2009

Alza il Volume/Florence +The Machine

Florence Welch, inglese, 23 anni, è molto brava, mi dicono che tutto il suo album è geniale, ed è pure passata per Milano a Ottobre. Mi devo trasferire a Milano, che ci faccio a Spezia??? Comunque, per ora è di moda, tant'è che era stata nominata ai Q Awards e di recente era pure sulla copertina di NME. E sulla copertina di NME ci vai solo se sei di moda. Quanto tempo prima che passi di moda e si dimentichino di recensire i suoi dischi? Chissà! Accidenti a NME!


venerdì 4 dicembre 2009

Dall'alto dei colli/la playlist della sabri mashup


Amici! Come al solito non mi faccio vedere per mesi. Non preoccupatevi, anzi, no, ritiro quello che ho scritto, tanto non vi preoccupate :-). Anzi forse dormite pure meglio. Blogger funziona così bene che sto quasi pensando di creare un blog per salvarmici la tesi, non si inchiavarda come Word. In questo momento mi sto rendendo conto che ho forse la musica un po' altina, perchè Bruce Springsteen che coverizza Elvis sta facendo vibrare la mia scrivania. Sti bassi! Ha dei bassi pazzeschi! Confesso, al concerto di Bruce, quest'estate, non ho neanche guardato che faccia aveva il bassista. Ero troppo impegnata a 1. ricordarmi le canzoni, 2. cercare di rendermi conto che ero a un concertone e pure piuttosto davanti, 3. cercare di farmi piacere il concertone in questione, 4. cercare di non farmi pestare i piedi, 5. cercare di non lasciarmi distrarre dal fatto che il chitarrista di Bruce è uguale al Silvio ahinoi nazionale, e quest'estate, nella sera del 23 luglio, forse erano anche vestiti uguali, Silvio a Villa Certosa, e Steve (ora credo si chiami Steve, ma non ho voglia di controllare) allo stadio di Torino, in camicia e bandana nere. Poi mi stavo anche scervellando per capire se la corista era o meno Patti Scialfa, accidenti a te, Guido Bagatta (anche se tvb), quando te lo chiedesti tu in radio mi rimase fin troppo impresso. Venne fuori che la corista non era Patti Scialfa. E meno male, perchè quando Bruce ha tirato fuori il bicipite mi sono fatta distrarre pure da quello.
Ho anche commesso due errori su cui un fan attento osservatore del pubblico non potrebbe passare sopra: mi sono scandalizzata quando Bruce ha annunciato che avrebbe eseguito Drive all Night dopo, pare, anni e anni che non la faceva in Italia, e ho guardato male il tipo che stava strillando dietro di me, e a fine concerto, a metà di Born to Run, mi sono fermata, messa a braccia conserte, testa inclinata di lato, a aspettare che finisse.

Mi è piaciuto eh! Però magari la prossima volta ripasso.

iComunque, amici cari, voglio farla breve e vi posterò, come se fosse una piccola playlist, classifica dei 25 brani più suonati dal mio Itunes, perchè è curiosa, me la aspettavo diversa!

1. Werewolf Bar Mitzvah - Tracy Morgan

questa canzone è della colonna sonora di 30 Rock, telefilm di cui ho parlato un po' di tempo fa, ed è geniale, sinceramente. è un rap che parla della conversione da uomo in lupo mannaro di un giovane ebreo in attesa del suo Bar Mitzvah. Genio!
http://www.youtube.com/watch?v=ukjCcUFMbSE

2. No Surrender - Bruce Springsteen

L'ho detto che mi era piaciuto!

3. Let's Get it on - Marvin Gaye

Bè qui non c'è bisogno di spiegazioni.

4. La Crisi- Bluvertigo

questa davvero non me la spiego. Non che non mi piaccia, ma non la so neanche a memoria!Mah. Itunes ce l'ha messa.

5.Clampdown- The Clash

bè, signor pezzo!

6.Up the hill Backwards- David Bowie

questa è una signora canzone, da un signor album, Scary Monsters, è veramente diversa da molte cose fatte da Bowie e mi ricorda stranamente Purple Hills dei D-12, cioè Eminem con la sua cricca...Non so perchè!

7.Hungry Heart- Bruce Springsteen

ci sta, una delle mie preferite di Brucio.

8.Dodo- David Bowie

Questa è una piuttosto sconosciuta b-side di Diamond Dogs, molto carina. Pensate che ai tempi il nostro se la faceva con Amanda Lear!

9. Matteo Becucci- Broken Wings

Eh questa versione me piase molto.

10. The struggle within-Metallica

Mah....io so si e no come fa!

11.Alive-Pearl Jam

12. Pretty girls make graves-The Smiths

questo per farvi vedere quando è stupido itunes...non è affatto la mia canzone preferita degli Smiths, eppure lui si fissa...

13. I'm so bored with the U.S.A. -The Clash

Mi piace come cantava Joe Strummer, molto. e mi piace quello che diceva. Bravo Joe. RIP

14.There is a light that never goes out- The Smiths

oh, finalmente una delle mie preferite! Anche se la mia preferita è Panic. Forse.

15. Get me away from here I'm dying- Belle and Sebastian

Bella canzone gioiosa. l'anno prossimo li voglio vedere dal vivo, non ci sono santi, nè santini, nè santini da collezione, nè rosari mp3 che tengano.

16. Altre forme di vita- Bluvertigo

17. Leonard Cohen- First we'll take Manhattan

amo questa canzone, amo il suo video, non la leverò mai dal mio Ipod. Non è la mia preferita di Leonard ma la seconda preferita sì. La prima è Tower of Song.

18. I Feel Free- David Bowie

Che pezzo, che pezzo. Una delle 3 cover presenti su Black Tie White Noise, album dei primi 90 molto sottovalutato che io ADORO. Cover di I feel free dei Cream, adoro entrambe le versioni, e sono così diverse!

19. Jump they say- David Bowie

Altra canzone bellissima tratta da questo album, stavolta però è originale sua, der Bovvi.
è stata anche un singolo, è dedicata al fratello, suicida negli anni 80. Bella, bello pure il video, w Black Tie White Noise.

20. Beauty and the Beast-David Bowie (live dal disco Stage)

Bella, bella canzone di Heroes, e canzone che piace TANTISSIMO a Steve Jobs, o Wozniak, o Bill Gates e Paul Allen che entrano di nascosto nel database dei poveri possessori di Itunes per vendetta, o Jeff Bridges in Tron...Boh!!!!!!!!

21. Wild is the Wind-David Bowie

Splendida cover di una canzone in passato fatta anche da Nina Simone, presente in Station to Station. Una delle mie canzoni preferite in assoluto.

22. Ashes to Ashes- David Bowie

Sempre Scary Monsters, anno di grazia 1981, super super disco, magnifico video, un fracco di cover, vera canzone manifesto, bla bla bla.

23. I want refuge- Heavy Trash

Questa canzone la devo a un giorno in cui avevo perso un treno, in stazione, e avevo comprato la rivista Rockstar. Caruccia la canzone, uno degli Heavy Trash è, credo, Jon Spencer (o John Zorn?), che erano due tizi che ascoltava mio fratello (da chi abbiamo preso gli squisiti gusti musicali non lo sa nessuno, mio papà sente solo Celentano e Mannoia, mia mamma se può non sente, se deve sente X Factor). Li devo approfondire.

24. Hip to be square-Huey Lewis and the News

Ho pescato questa canzone in un video su youtube in cui i protagonisti di Alta Fedeltà ( John Cusack, Jack Black e Todd Louiso) consigliano canzoni per fare l'amore...:-))) ovviamente il tono è ironico, se conoscete la canzone. Gionni aveva suggerito Shock the Monkey!
Se avete visto American Psycho, in una scena piuttosto forte c'è un'apologia di Huey Lewis and the news con questa canzone in sottofondo, che epitomizza un po' i gloriosi anni '80, come il film, del resto.

25. Come see about me- Junior Walker and the All-stars

Vi piace il funk?? Mi piace il funk. E questo, amici, è signor funk!

Uh mamma che fatica....Chissà cosa ci sarà nella classifica tra un paio di mesi.....Amici, queste sono tutte belle canzoni, prendete appunti!

Ah e non andate a un concerto di Bruce senza sapere più di tre canzoni!

buon ponte dell'Immacolata! Non cercate troppi santini da collezione!

lunedì 30 novembre 2009

New Moon, ossia quando i film cambiano genere

Deludere aspettative inesistenti è pressoché impossibile, ma New Moon è riuscito nell'ardua impresa. Con la visione del film tutti i pregiudizi e gli snobismi pseudo-intellettuali che accompagnano l'acquisto del biglietto si rivelano non solo assolutamente fondati, ma anche in un certo senso gratificanti, in virtù della soddisfazione che reca inevitabilmente con sé il “te l'avevo detto io” finale.
Breve ricapitolazione del primo episodio della saga, a beneficio dei fortunati che ne hanno evitato la proiezione, ma che deliberatamente intendono autoinfliggersi la visione del secondo: Bella si trasferisce da Phoenix, la ridente e soleggiata capitale dell'Arizona, a Forks, nello Stato di Washington, una cittadina più piovosa di Spezia, più afflitta dalla nebbia di Asti e Alessandria e più umida di Pechino, in cui evidentemente la non proprio temperata fascia climatica ha provocato le più sorprendenti mutazioni genetiche. In tale posto ameno vive il padre, separato dalla moglie da trentadue anni, che a malapena riconosce la figlia e che impiega tutto il film a impararne il nome – e fortuna che il cognome è lo stesso. Nella nuova scuola Bella si distingue, oltre che per la carnagione terrea e per l'espressione perennemente avvilita, per essere la persona più scontrosa, introversa e inquietante mai iscrittasi, se non ci fosse a competere con lei un ragazzo alto, statuario e dallo sguardo spermico, di nome Edward Cullen, prototipo slavato e inconcludente del Byronic Hero. Il teen drama, perché di questo si tratta, ruota intorno allo svelamento dell'identità del figaccione compiaciuto, che si manifesta finalmente come ciò che realmente è, vale a dire un vampiro. Niente di drammatico, per l'amor del cielo: questi vampiri – lui e la sua famiglia, i Cullen - non solo non vengono arrostiti al sole ma brillano come Swarovski, non solo possono vivere per l'eternità, non solo vanno benissimo a scuola perché la ripetono incessantemente da quando Carlo Magno l'ha introdotta, non solo vanno più veloci di un Boeing 747, ma oltretutto sono completamente innocui in quanto “vegetariani”. Non che il buon Edward non senta talora la necessità di mordicchiare qua e là la bella Bella, ma, da buon essere razionale qual è, predica e pratica la continenza. Insomma, il tenebroso non morto, mostrato il suo vero volto di homo protettivo, potenziale coniuge fedele, nonché principesco salvatore, si tramuta nel partito perfetto, che la nostra eroina non si fa sfuggire. Il contorno d'azione, tanto per ingraziarsi il pubblico ramboide e stalloniano, è puro pretesto e vede il prode vampiro scontrarsi, e spuntarla, con un gruppo di consanguinei – e lo si può ben dire – nomadi, famelici e piuttosto incazzati, capeggiati da un negrone che sembra Seedorf e che farà la fine della porchetta arrostita nel secondo episodio.
Orbene, chi si appresta alla visione di New Moon può tranquillamente prescindere da Twilight: nel migliore dei casi la conoscenza di quest'ultimo sarà ininfluente. Certo, se l'obiettivo di registi e produttori è quello di far risaltare a posteriori la pellicola precedente, non c'è dubbio che il risultato sia riuscito.
È il compleanno di Bella, e da buona assertrice della asocialità, pretende che nessuno la festeggi. Ma i Cullen, che quanto a bon ton non hanno nulla da invidiare alla regina Elisabetta, organizzano a casa loro una festa per lei; nel tentativo di aprire uno dei regali ricevuti la ragazza si ferisce un dito, da cui sgorga istantaneamente una goccia di sangue. Al che Jasper, già ontologicamente arrapato e in più stimolato dall'odore del sangue, fa per scagliarsi sulla fidanzata del fratello per assaporarne la fine fragranza. Ma Edward, valoroso e soprattutto astutissimo, la afferra e la lancia quattrocento metri più in là, segnando contemporaneamente il record olimpico nella specialità del lancio del peso e provocando ferite semi-mortali accompagnate dalla fuoriuscita di ettolitri di sangue che, ora sì, arrapano la famiglia Cullen nella sua quasi totale interezza. Per evitare di trasformare la festeggiata nella torta, si allontanano tutti tranne il capobanda, Carlisle, di professione medico chirurgo e specializzando in dietologia, che ricuce Bella come se fosse un cuscino. Tutto bene? Ma certo che no. Edward scopre con gioconda sorpresa che una relazione tra un vampiro e un essere umano potrebbe provocare qualche guaio e decide di esiliarsi e seguire la sua famiglia nella transumanza verso i monti abruzzesi. Così prende avvio lo psicodramma della nostra eroina che passa le sue giornate a contar le piume ai beccaccini, dimenticando di rispettare le più comuni norme igieniche e di dimostrare il benché minimo cenno di interesse verso qualunque coetaneo che non dia segni di mutazione genetica o instabilità psichica. La svolta si verifica quando finalmente la tetra e sconsolata fanciulla prende il coraggio a due mani e decide di andare a fare shopping con un'amica semi-normale e pertanto totalmente insignificante: ma sulla via del ritorno, quando un gruppo di motociclisti le invita a cazzare i loro spinnaker, Edward si manifesta ed esorta la sua donzella a girare al largo. Comincia a questo punto la fase masochistica della protagonista che, in ordine meramente cronologico, si fa un giro a tutta velocità in groppa al rider più brutto e infoiato del circondario, costruisce assieme a Jacob, l'amico cheyenne bello solo “con la testa svitata”, una moto da cross perfetta ricavandola da un ammasso di bulloni e ruggine pronto per il macero, si schianta come una vera imbecille con il veicolo appena costruito e infine si lancia da una scogliera alta come il Pirellone dritta dritta nel mare in tempesta. Tangibile frustrazione per chi come me avrebbe sperato che la Tania Cagnotto degli psicotici centrasse uno scoglio in piena fronte nella fase di ingresso in acqua. In questi frangenti la regia si sofferma, oltre che sul rapporto tra Bella e Jacob, all'insegna della riluttanza/indecisione di lei e dell'attizzamento inverecondo di lui, sul corso di formazione intrapreso da quest'ultimo per diventare una provetta guardia forestale, corso che ha come esito finale la trasformazione dell'abile meccanico pellerossa in un lupo stizzoso e ringhiante.
Torna Alice, la sorella di Edward accanita consumatrice di funghetti allucinogeni: a Bella comunica che il fratello è in viaggio verso Volterra per suscitare l'ira dei Volturi, affinché pongano fine alla sua esistenza. Come si procede? Semplicissimo: basta commettere la più grande baggianata che un vampiro possa fare, cioè rivelarsi pubblicamente per quel che si è. Bella non perde tempo: liquida Jacob lanciandogli una pallina colorata e si mette in macchina con Alice. Le due novelle Thelma e Louise giungono in Italia in quaranta secondi e trentotto decimi, bypassando e irridendo gli autovelox della Polizia Stradale, e sventano il grande passo. Tutto finito? Macché. Inspiegabilmente i Volturi, cioè i Berlusconi Fini e Schifani del mondo dei non morti, chiamano a rapporto la coppia appena riformatasi. Senza alcuna connessione logica, Aro, il presidente del consiglio, meglio noto per la schizofrenia e la risata compulsiva, tenta di torturare Bella e fa torturare Edward, salvo poi lasciarli andare quando ormai lo spettatore si è appassionato all'idea di vederli finalmente tutti stecchiti. Col ritorno a casa si aprono nuovi inquietanti interrogativi: come l'avrà presa Jacob, che oltre a odiare Edward perché sta con Bella lo odia aprioristicamente perché è un vampiro? Come starà il padre apprensivo che ha assistito inerte alla sparizione della figlia per giorni e giorni? Dov'è il bagno più vicino per andare a vomitare? Ma si assiste soprattutto alla problematizzazione di un aspetto davvero fondamentale dell'intera vicenda, ossia la trasformazione di Bella in vampiro: come verrà decisa la cosa? La morderà Jasper colto da un nuovo repentino accesso di voluttà? La morderà un Volturo per decreto ministeriale? Non verrà trasformata perché Edward pensa che perdere l'anima tutto sommato non sia una fregatura da poco? Certo ci saranno almeno altre due ore di psicologismi gratuiti e battute da quattro soldi. Invece no. Il regista deve aver dato un occhio all'orologio e aver esclamato “s'è fatta una certa!” e ha deciso di risolvere la cosa per alzata di mano. Bella verrà trasformata dal suo ragazzo, con reciproca piena soddisfazione libidica. Ma il prode vampiro ha ancora un asso nella manica: la morderà, ma a una sola condizione, - pausa di venti minuti, che spiega la lunghezza del film - quella di sposarlo. Titoli di coda.
Il successo in termini prettamente numerici del lavoro di Chris Weitz spiega di per sé la totale mancanza di buon gusto del pubblico italiano e internazionale. A una regia da videoclip, in perenne movimento e del tutto indifferente ai passaggi logico-consequenziali, si accompagnano dialoghi da romanzo rosa. Le pretese tirate introspettive si risolvono in una stucchevole parata di conformismo spiccio, dove a regnare è il culto dell'apparenza rivitalizzato da uno pseudo-romanticismo buono, forse, a conquistare cuoricini fragili e inappagati. La trama, e questo chiama in causa soprattutto il romanzo, si limita a riproporre la stereotipo dell'uomo bello e impossibile, privo di difetti fisici, caratteriali e pure immortale, la cui sola assenza genera fantasmi, turbe, mostri mentali. La donna si riduce a misera proiezione del compagno, a pura attesa del momento in cui la scontata riconciliazione possa far recuperare il motivo di esistere. Detestabili anche i manifesti sottintesi perbenisti che accompagnano le scene potenzialmente sensuali e pruriginose, frustrandone la vitalità e lasciando inespressi ma estremamente palesi gli ammonimenti al farlo solo dopo il matrimonio e solo a fini procreativi – e attenzione, a tal proposito, ai sequels.
Restano, ed è davvero tutto, una colonna sonora apprezzabile, neanche sfruttata poi benissimo, e una non voluta e non programmata verve comica, quella sì da vivere pienamente e intensamente. Quando ci si avvicina così tanto allo squallore, è inevitabile: ci si rende risibili.

domenica 29 novembre 2009

venerdì 27 novembre 2009

Strage di cammelli e dromedari


Nelle scorse settimane lungo il confine Egitto-Israele, adesso in Australia. Non si ferma la strage dei poveri cammelli. In più ora se la prendono anche con i dromedari.
Le autorità dei Territori Settentrionali australiani hanno autorizzato l'intervento dei cecchini, che, piazzati sugli elicotteri, avranno il compito di compiere una mattanza di ben 6 mila tra cammelli e dromedari. Gli animali, erranti, negli ultimi tempi si trovano in gruppi sempre più numerosi in alcune zone dell'Australia, così il governo ha deciso di giungere a questa drastica decisione.
Senza dubbio quello della presenza di cammelli e dromedari erranti è un problema serio, che va affrontato subito, in quanto sta creando un grande disagio agli abitanti delle città coinvolte, per esempio Docker River, ma questa decisione è davvero barbara e provocherà molta sofferenza agli animali, visto che, colpiti dagli elicotteri, in molti casi moriranno tra atroci sofferenze.

Per saperne di più : corriere della sera

Primo acuto in trasferta


Nella trasferta di Noceto,provincia di Parma, lo Spezia conquista la sua prima affermazione stagionale in trasferta. Ed è proprio il caso di dire "ci voleva", visto che si trattava della settima gara in campo avverso e che fino ad ora gli aquilotti avevano raccolto la miseria di tre pareggi ed altrettante sconfitte. Gli aquilotti hanno vinto con pieno merito una partita non facile, contro un avversario in serie positiva da sette turni. La squadra ha mostrato confortanti segnali di ripresa, soprattutto si è vista un'ottima partita da parte di Herzan, nell'occasione tornato il giocatore che conoscevemo e che quest'anno ancora non si era visto.
Le reti : Moro con una bella spaccata al 16' del primo tempo su bel cross dalla sinistra di Herzan;
lo stesso Herzan al 39' del secondo tempo sfruttando un colossale errore in disimpegno della difesa di casa. Con questo successo lo Spezia sale a quota 20, facendo un buon balzo in avanti in classifica.

Classifica dopo 14 giornate: Alghero 25 punti ; Rodengo Saiano e Sudtirol 23; Pavia 22; Carpenedolo, Legnano e Mezzocorona 21, Canavese, Feralpi Salò, Sambonifacese e Spezia 20; Pro Vercelli 19; Crociati Noceto 18; Olbia e Valenzana 14; Villacidrese 12; Pro Belvedere 8 ; Pro Sesto 7 .

Assegno



Dopo la richiesta di Veronica Lario di un assegno di mantenimento da 3.5 milioni di euro al mese, il governo sta lavorando ad una legge per ridurre il numero dei mesi.
(da "Chiambretti Night")

giovedì 26 novembre 2009

RUMENTA!

A La Spezia in questi giorni si fa un gran parlare di un gruppo nato su facebook con lo scopo di "cacciare gli zingari dalla città".
Preoccupante a mio avviso il numero degli iscritti (circa 4.000...su una città con 90.000 abitanti...anche se credo che molti degli iscritti siano dei gibboni assoldati dalla Lega Nord), ma ancor più preoccupante il tono delle discussioni all'interno del gruppo...un esempio?"gli zingari vengono a delinquere in Italia,lo facessero al loro paese.Gli italiani invece lo fanno nel loro paese,non dico sia giusto,ma lo fanno nel loro paese"...c'è anche un consigliere comunale del Pdl tra gli iscritti al gruppo (e partecipa pure con commenti).
Mi fermo qui, ma se volete saperne di più cliccando qui andate a vedere direttamente il gruppo dei gibboni.

Alcune riflessioni:

a)Non sono dell'idea che si debba lasciare delinquere la gente. Tuttavia la soluzione del problema non sta nel rispedire a casa gli zingari, nel fare facili discorsi razzisti, ma piuttosto nel creare uno Stato forte, capace di garantire sicurezza ai cittadini. Uno Stato insomma capace di far rispettare le proprie leggi a tutte le persone presenti sul proprio territorio.
Dalla serie, se non insegni a tuo figlio a fare la cacca nel cesso e la fa per tutta la casa, poi non risolvi il problema proibendo di cagare e aspettando che scoppi. Dovevi insegnargli prima che si fa nel vasetto!!Eh...

b)Mi piacerebbe che tutti quelli che si lamentano in quel gruppo si ricordassero un po di tutti gli italiani che,mica tanto tempo fa,hanno colonizzato mezzo mondo...Germania...america latina...Stati Uniti...Canada...Australia...e all'epoca i nostri connazionali migranti non venivano visti molto bene. Ma com'è che la maggior parte dei più grandi mafiosi/criminali degli states nello scorso secolo hanno cognomi italiani???

c)Mi piacerebbe anche che tutti quelli che si lamentano in quel gruppo avessero la decenza di capire che l'Italia, grazie ai suoi governanti, è ormai vista come il paese del "tutto è lecito" e dell'impunità...ovvio che chi vuole delinquere viene qua, sa che non pagherà!
Indignatevi oltre che per gli zingari, per lo scudo fiscale che fa tornare in patria soldi sporchi o frutto di evasione fiscale.Indignatevi per una futura legge sul processo breve, che dietro alla chimera di processi penali più brevi, nasconde un unico risultato:non riuscire a portare a termine i processi penali ergo impunità.

Sveglia gente!Meno frasi fatte e cervelli in moto!Riprendete in mano i vostri cervelli.

Alza il Volume / Tina Turner

Tina Turner oggi compie 70 anni...Auguri!!!

venerdì 20 novembre 2009

Spezia, quattro punti e una boccata d'ossigeno

Quattro punti per gli aquilotti nelle ultime due partite,contro Pro Belvedere Vercelli e Valenzana, quest'ultima affrontata in trasferta.
Nella gara giocata al "Picco" contro la Pro Belvedere lo Spezia ha disputato una partita buona nei primi venti minuti, dopodichè sono affiorati i soliti problemi, questa volta parzialmente giustificati dal gran numero delle assenze, tanto che la coppia centrale schierata da mister D'Adderio è stata quella composta da Scantamburlo e Salvalaggio, che comunque se la sono cavata abbastanza bene.
Vantaggio spezzino ad opera del giovane Ferdani, il raddoppio di Beretta nella ripresa, nel frattempo gli ospiti avevano sfiorato il goal con un palo e alcune mischie periocolose in area, mentre lo Spezia, dopo il raddoppio, ha giocato con maggiore scioltezza e sfiorato ,con un paio di ripartenze, la terza segnatura.
Nella trasferta di Valenza Po, si sono visti alcuni segnali di ripresa da parte spezzina, anche se, nonostante una discreta partita, gli aquilotti hanno riuschiato di capitolare a cinque minuti dalla fine, quando Aprea ha parato il rigore maldestramente calciato da Barbieri.
In precedenza Affatigato nel primo tempo aveva portato in vantaggio i piemontesi, mentre Lazzaro in rovesciata aveva ristabilito la parità per lo Spezia.
Nonostante si trattasse di affrontare avversari di modesta caratura tecnica, gli uomini di D'Adderio hanno mostrato alcuni progressi e si spera che l'andamento lento di questo campionato(classifica cortissima) possa permettere allo Spezia di entrare nella zona play off.Ma è ancora presto per questi discorsi, perchè non bastano due gare giocate a buon livello, ma occorre trovare una ancor più decisa continuità di risultati e soprattutto di vittorie, cercando l'acuto anche in trasferta, dove i bianconeri ancora non hanno vinto. Domenica trasferta a Noceto, con i locali che si presentano alla gara con un punto in più degli aquilotti.

venerdì 13 novembre 2009

Adeste fideles

Ehi amico delinquente!Si, mi rivolgo proprio a te!
Il governo italiano ha appena manifestato l'intenzione di promuovere il cosi detto "processo breve", una sorta di carta fedeltà per mafiosi e delinquenti di qualunque genere. Eh si, perchè tra poco tempo in Italia sarà possibile commettere reati con la concreta possibilità di non incappare in una condanna.
Perciò amico malavitoso, se hai in mente qualche piano criminoso, pensa allo stivale!

"Italia, per la tua impunità".

giovedì 12 novembre 2009

Alza il Volume / Savage Garden

A questo giro BACK TO 90's!!!

"The animal song" Savage Garden (ndr:io ho il singolo!!!)


Dopo il salto "To the moon and back"...

mercoledì 11 novembre 2009

martedì 10 novembre 2009

domenica 8 novembre 2009

chiavi di ricerca (6)

ragazza stitica cacca duretta in queste occasioni è inutile pensare troppo a che cosa fare, è inutile stare "a girare come la merda nei tubi" (come direbbe il nostro amico Vanni Maceria "il Brunelleschi dei carburatori"), perchè la soluzione è UNA!e si chiama sturalavandini o in alternativa idraulico liquido!
conversazione porno prova a vedere se ti è d'aiuto la nostra etichetta "conversazioni".
boccali santini faccio fatica a capire la connessione tra i due termini
giudice Morton scioglieva i cartoni animati nella SALAMOIA!!che film Chi ha incastrato Roger Rabbit?
sciacquone gocciolamento controlla le guarnizioni o altrimenti controlla che funzioni bene la livella dell'acqua nella cassetta, in caso di malfunzionamento può accadere che la cassetta si riempia troppo e poi goccioli
Nina Pinta e Santamario tre prostitute? credo di avere da anni il copyright di questa battuta (insieme ai comici di Colorado)
esercito padano se Bossi è il generale mi sa che c'è poco da temere

...e come ora c'è spazio per l'acclamatissima sezione "culo"...

video donne che si infilano cose incredibili nel culo ai miei tempi si diceva "basta che respiri"...ora "basta che si infili"...
nel culo meglio banana o zucchina? meglio un uovo oggi o una gallina domani?
nuovi video cristeri nel culo casomai clisteri o altrimenti enteroclisma!
donne porne che infilano il dito nel culo a lui bello quel "porne"
nani che si infilano nel culo mi chiedo se manca il complemento oggetto a questa ricerca...altrimenti mi immagino dei "nani clistere"...

giovedì 5 novembre 2009

Disastro Spezia, a Pavia terzo ko di fila

Lo Spezia, nella trasferta di Pavia, subisce la sua terza sconfitta consecutiva. Ancora una prestazione davvero molto molto deludente quella degli aquilotti, che non sono riusciti a creare neanche un'occasione degna di questo nome per andare a rete.
E' vero che anche la sfortuna ha giocato la sua parte, specie nel primo gol dei lombardi, ma la squadra bianconera ha mostrato ancora una volta una scarsa brillantezza atletica, trame di gioco poche e confuse, una determinazione molto sotto la sufficienza.
Dunque il Pavia vince due a zero, la cronaca offre pochi spunti, con i biancoazzurri di casa che vanno a segno con Ferretti al 14' (in girata su corner) e Visconti all'88', su azione di contropiede.
Lo Spezia non pervenuto. A fine gara esplode la contestazione dei supporters spezzini giunti a Pavia, a vedere l'ennesima prova negativa della squadra del cuore.
La classifica ora piange e lo Spezia ha un solo punto di vantaggio sulla zona play-out.
Martedì pomeriggio è stato ingaggiato l'esterno di centrocampo Claudio Ferrarese, 31 anni, ex Cremonese e Verona. Il giocatore era attualmente svincolato.

Poveri cammellini



E' di qualche giorno fa la notizia di una vera e propria strage di cammelli (e dromedari) in Israele.
Ma perchè tutto ciò? I cammelli arrivano dall'Africa carichi di droga, armi, sigarette, tutta merce che viene usata allo scopo di contabbando. Dopo aver scaricato la merce, vengono abbandonati al loro destino. Così i poveri animali vagano senza meta fino a che qualche guardia di frontiera non li trova. A quel punto l'ordine è chiaro: abbatterli subito, senza pietà.
Nonostante le indignate proteste delle associazioni animaliste, il governo israeliano si giustifica dicendo che ucciderli è l'unica possibilità in quanto, non sapendo con esattezza la provenienza di cammelli e dromedari, c'è il rischio che siano portatori di infezioni e malattie.
Sperando che ai partecipanti a questo blog e ai lettori del "Ghetto"stia a cuore la sorte di tanti poveri animali, riporto l'articolo in cui viene spiegata con maggiore precisione la questione.
Fonte: corriere della sera

mercoledì 4 novembre 2009

Ma va là......




"Colui che ha fondato l'informazione a Mediaset". (Fedele Confalonieri.)

Vent'anni di Fede. Due giorni orsono il Direttore del Tg 4 Emilio Fede ha festegiato i suoi primi vent'anni di lavoro in azienda. Il 3 novembre del 1989, infatti, il caro Emilio approdava a quella che ora è Mediaset.(Fininvest ai tempi del debutto di Emilio).
Dunque l'altro ieri standing ovation per lui, di fronte a 350 top-manager guidati da Pier Silvio Berlusconi, poi brindisi e torta con panna e fragole, infine telefonata a sorpresa di Galliani.
Entusiasta l'Emilio quando parla del Cavaliere : "Quante volte vado il lunedì a trovarlo. Lo chiamo sempre Presidente, ma mai Silvio, neppure la notte quando lo sogno".

p.s. alla festa pare ci fosse anche Brachino, che, secondo quanto riporta il corriere, avrebbe detto "Ho i calzini neri".
Fonte: corriere della sera

lunedì 2 novembre 2009

Alda Merini



Ieri ci ha lasciato Alda Merini. Mi piace ricordarla con una canzone che Roberto Vecchioni le ha dedicato.




"Canzone per Alda Merini", Roberto Vecchioni (1999)
Noi qui dentro si vive in un lungo letargo, si vive afferrandosi a qualunque sguardo, contandosi i pezzi lasciati là fuori, che sono i suoi lividi, che sono i miei fiori. Io non scrivo più niente, mi legano i polsi, ora l’unico tempo è nel tempo che colsi: qui dentro il dolore è un ospite usuale, ma l’amore che manca è l’amore che fa male. Ogni uomo della vita mia era il verso di una poesia perduto, straziato, raccolto, abbracciato; ogni amore della vita mia ogni amore della vita mia è cielo è voragine, è terra che mangio per vivere ancora Dalla casa dei pazzi, da una nebbia lontana, com’è dolce il ricordo di Dino Campana; perché basta anche un niente per essere felici, basta vivere come le cose che dici, e di vederti in tutti gli amori che hai per non perderti, perderti, perderti mai. Cosa non si fa per vivere, cosa non si fa per vivere, guarda… Io sto vivendo; cosa mi è costato vivere? Cosa l’ho pagato vivere? Figli, colpi di vento… La mia bocca vuole vivere! La mia mano vuole vivere! Ora, in questo momento! Il mio corpo vuole vivere! La mia vita vuole vivere! Amo, ti amo, ti sento! Ogni uomo della vita mia era il verso di una poesia perduto, straziato, raccolto, abbracciato; ogni amore della vita mia ogni amore della vita mia è cielo è voragine, è terra che mangio per vivere ancora.

giovedì 29 ottobre 2009

Il Rodengo espugna il "Picco",per lo Spezia è vera crisi

La sconfitta interna contro il Rodengo Saiano pone lo Spezia in una posizione davvero delicata, non tanto dal punto di vista della classifica attuale(bruttina, ma nulla è compromesso), ma per lo scenario che sembra delinearsi attorno alla squadra aquilotta.
Il gioco manca, è vero che a D'Adderio non si può dare certo la colpa delle ultime due sconfitte, ma il mister è parso poco convincente nei cambi, inoltre la squadra continua a mostrare problemi di tenuta atletica e il carattere manca completamente.
Gli ultimi venticinque minuti del match contro il Rodengo sono stati emblematici: dopo il rigore fallito da Lazzaro la squadra si è sciolta letteralmente, lasciando agli avversari una colossale occasione da gol e subendo poi la rete decisiva su azione da corner. Se una squadra pressochè priva di giocatori di bassa statura subisce tre gol di testa su palla ferma come è successo allo Spezia nelle ultime due gare qualcosa vorrà pur dire.
E' vero, magari Lazzaro segna il rigore e cambia tutto, ma in questo momento ancor più dei risultati a mio avviso conta trovare una quadratura di squadra e una coerenza di gioco, due cose che in questo campionato, vittoria , pareggio o sconfitta che sia, non si sono ancora viste.
Dunque finisce 1-2, un anno e mezzo dopo l'ultima sconfitta casalinga, 0-1 contro il Mantova in Serie B. Per il Rodengo vanno a segno Cassaro al 32' del primo tempo e Coly al 24' della ripresa, per gli aquilotti momentaneo pareggio di Moro al 35' della prima frazione, con Lazzaro che fallisce il rigore del sorpasso al quarto d'ora della ripresa. A fine gara dura contestazione dei tifosi, che non hanno risparmiato nessuno, prendendosela in particolare con il direttore sportivo Varini e l'amministratore Iacopetti. Domenica trasferta a Pavia, nel frattempo la società è al lavoro per ingaggiare un paio di giocatori, che attualmente sono svincolati;in lizza i nomi di La Vista e Ferrarese, mentre sembra tramontare la pista Vargas.

martedì 27 ottobre 2009

domenica 25 ottobre 2009

Le perle / 3

Premessa necessaria: da più di due mesi L. passa incessantemente da un dottore a un altro. "Poverino" - direte voi - "chissà che malattia grave ha..". In realtà non ha niente; data la sua esperienza di servizio civile alla Croce Rossa, non paga alcun servizio medico, e quindi indulge morbosamente in semplici visite di controllo.

L. - Martedì mi danno i risultati delle analisi...
D. - Bene.
L. - Eh, ho fatto un pò di esami in 'sto periodo.
D. - Sì, lo so.
L. - Preferisco farle prima le cose che dopo..
D. - Giusto!
L. - Perché al limite, se scopro di avere qualcosa, prego Dio e Lui mi cura..
D. - (Sentivo una strana assenza di cazzate...)
L. - E' già successo, sai? Quand'ero più piccolo ho avuto un pò di cose...
D. - Cioè?
L. - Eh, la psoriasi....
D. - Va beh, non è bello ma c'è di peggio..
L. - ... poi l'alopecia, sai cos'è no?
D. - Sì!
L. - Però ho pregato e sono guarito!
D. - ....
L. - Poi ero un piscialetto...
D. - Va beh, quello succede a tanti bambini
L. - Sì, ma fino ai 14 anni..
D. - Ah..
L. - Pensa che tutti i miei fratelli l'hanno fatto.
D. - Eh che bello!
L. - Sì sì, non potevamo neanche andare a dormire a casa di un amico..
D. - ....
L. - I miei erano disperati, dovevano continuamente cambiare le lenzuola.
D. - ..........
L. - L'altro giorno mi ha chiamato il mio fratellino, mi ha detto: "eh il signore mi ha guarito". Ora infatti è in un collegio, ha vitto e alloggio. Mica poteva prima.
D. - ...............

Immaginate un pò che bel ragazzino; una specie di pimpa mezza pelata e pure pisciona. Il Signore avrà pure guarito L. e i suoi fratelli, ma glien'ha pure mandate parecchie...

venerdì 23 ottobre 2009

unmilioneseicentomilaeuro



E' tempo di rinnovare i contratti in casa Rai. E tra quelli da rinnovare c'è anche quello Bruno Vespa.
Il conduttore ha chiesto un aumento del circa 20%, passando dagli attuali 1.200.000 euro a 1.600.000 euro.
Un aumento che, dice Vespa, è in linea con l'inflazione di questo decennio. Verrebbe voglia di guardare le busta paga dei comuni mortali, saranno anche queste aumentate del 20% dal 2000 ad oggi?
In ogni caso il cda della Rai si è riservato di decidere sul rinnovo del contratto, vuole prima studiare la situazione (forse vogliono dargli anche più di quello che chiede).
Vi faccio presente che la cifra chiesta da Vespa coprirebbe solo 100 puntate di Porta a Porta, eventuali extra saranno pagati a parte, sti cazzi. Per ogni puntata di Porta a Porta paghiamo Bruno soltanto 16.000 euro, praticamente la paga annuale di un operaio. Almeno facesse un programma decente.

giovedì 22 ottobre 2009

Spezia strapazzato a Mezzocorona


Nella nona giornata di campionato lo Spezia subisce la seconda sconfitta stagionale, un 3-1 che non ammette repliche sul campo di Mezzocorona, piccolo paese in provincia di Trento.
Entrambe le formazioni si presentano all'appuntamento a quota 13 punti, ma ben diverso è il morale: i padroni di casa arrivano dal successo di Vercelli (5-0), mentre gli aquilotti hanno attraversato una settimana tribolata con il cambio di allenatore.
Il nuovo mister D'Adderio schiera la stessa squadra che schierava Lombardo, l'unica novità è rappresentata dal ritorno in campo di Vito Grieco(in maglia bianca, nella foto sopra), che sostituisce Carrara.
I trentini partono e razzo e il primo tempo si chiude addirittura sul 3-0.
Galli di testa al 7', Panizza su rigore al 14' e ancora Panizza al 44' assestano veri e propri colpi del ko per uno Spezia che finisce al tappeto senza attenuanti: poca corsa e pochissime idee di gioco.
Un pochino meglio nella ripresa, ma i padroni di casa, messo al sicuro il punteggio, tirano i remi in barca; Lazzaro rende meno amara la sconfitta e al 92' sigla il suo quinto goal stagionale.
Dura contestazione dei supporters aquilotti, esasperati dall'ennesima prestazione negativa della squadra in questo inizio di stagione, per di più dopo un lunghissimo viaggio fino in Trentino era lecito attendersi una prestazione ben diversa, almeno dal punto di vista agonistico, invece i bianconeri sono stati letteralmente surclassati da una squadra che ha mostrato una maggiore "fame" di vittoria e una determinazione ben lontana da quella degli aquilotti.
Con questa sconfitta lo Spezia scende a centro classifica, ma le rivali non corrono e la capolista Alghero non va oltre il pareggio a Vercelli, mentre il Pavia cade a sorpresa contro il Legnano.
Pertanto la classifica si mantiene molto corta. Domenica al "Picco " arriva il Rodengo Saiano, che precede gli aquilotti di due punti(è a quota 15, nonostante il punto di penalizzazione); a detta degli esperti si tratta di una delle migliori squadre del torneo, per cui sarà necessario non ripetere gli errori visti nelle ultime settimane e tirare fuori un pò di orgoglio per uscire da questa delicata situazione.

Negazionismo

Non bastava Ahmadinejad a negare l'olocausto, a lui e ad altri oggi si aggiunge Antonio Caracciolo, ricercatore di filosofia del diritto alla Sapienza di Roma.


Il professore nel suo blog arriva a definire l'olocausto una leggenda creata per colpevolizzare moralmente i popoli vinti.



Inoltre Caracciolo s'è lanciato nella difesa di Erich Priebke, che sarebbe soltanto una vittima, vittima della voglia di vendetta degli ebrei: "Come potrebbero vivere senza nutrirsi della colpa altrui, o meglio della colpa che loro pensano il mondo intero abbia verso di loro. Su questa base fondano la loro tracotanza, la lora pretesa ad un risarcimento morale e materiale infinito".



Il professore s'è preso anche il disturbo di dare la sua versione sulle leggi razziali, cito perchè non saprei come altrimenti scrivere le sue porcate: "Le leggi razziali furono cose di 70 anni fa che si collocano in un contesto di 70 anni fa. Molti italiani, la stragrande maggioranza, hanno meno di 70 anni e quasi tutti gli italiani di oggi non hanno nessuna memoria diretta di quegli anni. A trarne profitto sono gli ebrei di età avanzata che sono diventati una sorta di eroi nazionali".



Mi stupisce molto che il signor Caracciolo non se la sia presa con Anna Frank e sopratutto con Primo Levi, colpevoli di aver marciato sopra le loro esperienze, di aver raccontato di storie per lo più inventate, al solo scopo di guadagnare soldi coi diritti d'autore. Mannaggia oh sti ebrei cosa son capaci di fare, fortuna che le SS hanno fiutato la truffa della Frank e l'hanno uccisa prima. Levi invece ha portato a termine il piano perfetto, s'è ucciso, cosi sembra vittima degli eventi fino alla fine.



martedì 20 ottobre 2009

Bollo Bollo

Visto che recentemente qualcuno mi ha richiesto questo video, beccatevelo.
Vi avviso che creerà dipendenze, dopo averlo visto è altamente probabile che vi ritroviate a canticchiare questo motivetto giapponese in ogni momento della giornata.

sabato 17 ottobre 2009

Pareggio in extremis con l'Olbia, se ne va Lombardo e arriva D'Adderio





Nell'ottava giornata di campionato lo Spezia raccoglie un punto nel turno casalingo contro i sardi dell'Olbia. Punto che è frutto di un rigore trasformato da Lazzaro a cinque minuti dalla fine, in seguito ad un atterramento in area di Beretta. Il pareggio di per sè non è da disprezzare, in quanto gli ospiti, messi bene in campo da mister Vullo e abili a difendersi per poi ripartire in contropiede, si sono dimostrati buona formazione di categoria e squadra in crescita dopo un inizio difficile.
Il vantaggio sardo è stato realizzato da Evangelisti al 18' del primo tempo, poi nella ripresa gli ospiti hanno sfiorato due volte il raddoppio copn Evangelisti prima (bravo Aprea) e con Giglio poi(incredibile errore sotto porta). Lo Spezia ha mostrato i soliti limiti legati a disposizione tattica(le scelte di Lombardo anche oggi sono parse incomprensibili ai più), schemi di gioco e condizione atletica. A fine gara fischi del pubblico e, nella giornata di lunedì, ecco arrivare le dimissioni di mister Lombardo(nella foto in alto a sinistra), che ha ammesso le difficoltà sue e della squadra e ha preferito abbandonare.
Un gesto da vero gentleman il suo, dato che in un mondo del calcio sempre più alla deriva vanno apprezzati l'onestà e il coraggio di ammettere errori e difficoltà e farsi da parte.
Il mister ha detto di aver trovato intorno a sè un certo scetticismo fin dall'inizio, di certo le pressioni della "piazza" spezzina sono notevoli, forse all'ex sampdoriano è mancata la giusta esperienza, quella che si matura in anni di "gavetta" nelle serie inferiori.
Da due giorni lo Spezia ha un nuovo mister: si tratta di Fulvio D'Adderio.(foto a destra)
Questa nomina ha lasciato un pò perplessi gli sportivi spezzini, addirittura alcuni gruppi organizzati di tifosi hanno emesso coimunicati-stampa, in cui criticano aspramente il nuovo mister. Tanto scetticismo dipende da due fattori: lo scarso curriculum del neo-mister(ben sei esoneri in dodici anni di carriera), e la militanza da calciatore nella Reggiana. I tifosi aquilotti lo accusano di averli derisi durante la partita Reggiana-Spezia della stagione '88-'89.
In effetti credo che per lo Spezia sarebbe stata necessaria una guida tecnica più esperta, per tirarsi fuori dalle secche della Serie c/2, ma aspettiamo di vedere all'opera la squadra ed il lavoro del mister prima di emettere sentenze. Domani trasferta in Trentino in quel di Mezzocorona, con la squadra di casa appaiata in classifica agli aquilotti a quota tredici punti.

venerdì 16 ottobre 2009

Giornalismo

Berlusconi l'aveva promesso "Sul giudice Mesiano (quello che ha condannato Mediaset a risarcire la Cir di De Benedetti) nei prossimi giorni ne vedrete delle belle".
Promessa mantenuta.
Ieri a Mattino 5 è andato in onda un servizio in cui il giudice Mesiano viene pedinato.
Risultato? Aver mostrato un uomo normale!
Niente rispetto ai nani alle ballerine e alle prostitute viste negli scatti rubati a Villa Certosa.
Eppure Annalisa Spinoso, la giornalista che firma il servizio, parla con toni quasi sensazionalistici, descrivendo Mesiano come una persona stravagante perchè, udite udite, fuma una sigaretta mentre attende il suo turno dal barbiere, o perchè indossa dei calzini color turchese!!!



Questo non è uso criminoso della tv. Questo è certamente un esempio di ottimo giornalisto. Questa non è violazione della privacy. Vero Silvio?

Io comunque, tanto per la cronaca, sono d'accordo con quel tipo del Pd che su Facebook qualche giorno fa si chiedeva come mai non si sia ancora riusciti a trovare qualcuno disposto a far fuori Silviuccio...

mercoledì 14 ottobre 2009

Le perle / 2

L. si prepara per il test di domani su un libro di esercizi psicoattitudinali: semplici proporzioni. Uomo : albero = x : Y. Tra le opzioni "animale" e "vegetale".

L. - Eh mamma mia, e che é?!?!
D. - Cosa?
L. - Senti questa. Legge la domanda
D. - Uomo sta ad albero come animale sta a vegetale.
L. - ????
D. - L'uomo è animale e l'albero è vegetale....
L. - L'uomo non è animale..
D. - Ah no?
L. - Ah ma perché tu credi alla teoria di Darwin?
D. - Non è che ci credo, è una teoria scientifica..
L. - Ah già, ché tu sei ateo!
D. - Sì ma anche se non lo fossi....
L. - Quindi non ci credi ad Adamo ed Eva?
D. - No, ma..
L. - Eh già
D. - Sì ma anche se ci credessi l'uomo sarebbe animale lo stesso. E l'avrebbe creato Dio al pari degli animali...
L. - No no, sulla Bibbia c'è scritto che Dio creò l'uomo e poi l'animale.
D. - .........
L. - L'uomo è una cosa a parte.
D. -..........

Glielo andrà a spiegare lui alla commissione per il test di domani che l'uomo non deriva dalla scimmia e che pertanto non è un essere animale... Prevedo grandi risultati...

Dall'alto dei colli/ la playlist della sabri, seconda edizione!

l
Cari amici! Aah che relax....Non vorreste essere in un bel giardino in Giappone?
Aah magari...
E' passato quasi un anno dalla mia ultima playlist! E credo proprio che al signor Barack Obama abbia portato un sacco di fortuna!

Quella di oggi segue un po' i criteri della scorsa playlist, canzoni non particolarmente nuove, e magari non particolarmente originali, ma che a me, e presumo anche a voi, forse, piace avere nell'ipod.
Partiamo!

1.Le Man Avec Les Lunettes- For a Lover
2.Belle and Sebastian- White Collar Boy
3.The Divine Comedy-Charmed Life
4.Iggy Pop-Tiny Girls
5.Cake-Short Skirt Long Jacket
6.Seal-Quicksand
7.Bryan Ferry-I'm in the mood for love
8.Styx-Mr Roboto
9.Talking Heads-Once in a lifetime
10.The National-Fake Empire
11.Jacques Brel-La Chanson des Vieux Amants
12.The Brothers Johnson-Strawberry Letter 23


Buon pomeriggio amici!Questo mese cercherò di ascoltare musica un po' più nuova così da proporre qualcosa di originale!

martedì 13 ottobre 2009

conversazioni (4)

Questo è il contenuto di una discussione avvenuta su msn tra me ed S. (per tutelare il mio interlocutore mi limito ad indicarlo con l'iniziale del suo nome).

S: basta BACCANALI!
S: da ora in poi SABBA!
S: casulera casulera
S: a e i o u y
S: e cari amici, vi stata chiedendo in che cosa differisce dal banccanale?
S: è semplice! Gli ospiti sono molto più inquietanti!
S: e malvagi!
S: ma ecco signore e signori che entra il primo ospite
S: oooh rullo di tamburi
S: Frodo (*) !
Andrea: bene :D
S: aaagh ed ecco che si ammosciano i fiori neri freschi da noi appositamente procurati!
S: ed ecco il prossimo ospite! attenzione, oggi non ci danno neanche il tempo di respirare!
S: aaah! la S. è svenuta!
S: perchè si tratta della bambina di the ring!
S: eccola che con quel suo passo aggraziato si avvicina a lei.....la sveglia....la prende per il braccio....e risviene!
S: accidenti sta bambini! è mezza inquietante signore e signori, ma attenzione, ecco che spunta il suo lato femminile, è appena entrato Edward Cullen!
S: oddio ha un'espressione particolarmente contrita! Sarà a corto di sangue, o sarà la Bartolozzi?
Andrea: si si
Andrea: ma poi passa
S: ....Ma ecco signore e signori che entra l'equipe medico medico chirurgica per rinvenire la S, che non si è ancora ripresa dal tocco di samara!
S: e l'equipe è composta da loro! gionni (nota del ghetto: gionni sta per john cusack), rihanna e fraia! direttamente dal 2008 amici!
S: ...ecco che la S. si riprende all'istante, prendi gionni e se lo porta via!
S: ebbene amici, possiamo fare anche senza di lei...ma attenzione! ecco qua forse l'ospite più vecchia!
S: MADREEEEE
Andrea: oddio
Andrea: qualcuno avvisi il 118
S: ecco ecco! signora Madre! una parola: cosa si prova ad essere l'ospite più vecchia????
S: opss, signora Madre, non vo.....le....argh..devo...sa-lutarvi...bu-buon sa-sabba....
S: accidenti andre!
S: madre ha strozzato la conduttrice dei sabba!

......tutto questo è stato scritto in pochi minuti, meno di dieci. e dopo qualche secondo di silenzio da parte di S. mi permetto di chiedere.....


Andrea: sei svenuta?:D
S: io sii, per la bimba di the ring
S: ma ora sono di là con gionni
S: c'è Frodo che ha attaccato il pezzo a edward cullen
S: e la conduttrice dei sabba è nella killing room con madre che la sta facendo a pezzi
Andrea: cmq mi fa piacere trovarti cosi bene :)
S: eh no no mi sono ripresa! sto parlando a gionni del 2012
Andrea: ah certo
Andrea: allora dovresti ospitare giacobbo
S: eh al prossimo sabba...ormai questo è chiuso, edward cullen è chiuso in bagno perchè
S: ha paura di Frodo, e la bambina di the ring sta cercando di montare un televisore nel bagno di cullen per poi uscire da lì e soprenderlo...
S: e fraia e rihanna sono a fare cosacce nell'altro bagno
Andrea: ...
S: madre sta mettendo la testa della conduttrice in una sacchetto di plastica, stile dexter

...e qui si interrompe il delirio...
(*):Frodo è il soprannome dato alla nostra prof. di arte dell'ultimo anno di liceo.

domenica 11 ottobre 2009

Bocciato


Il giorno 7 ottobre 2009 la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale l'art.1 della legge n.24 del 23 luglio 2008, il cosiddetto Lodo Alfano.
Ma vediamo cosa dice questo articolo 1:
Sospensione dei processi penali nei confronti delle quattro più alte cariche dello Stato.
"Salvi i casi previsti dagli articoli 90 e 96 della Costituzione, i processi penali nei confronti dei soggetti che rivestono la qualità di Presidente della Repubblica, Presidente della Camera dei deputati, Presidente del Senato, Presidente del Consiglio sono sospesi dalla data di assunzione e fino alla cessazione della carica o della funzione. La sospensione è applicata anche ai processi penali per fatti antecedenti l'assunzione della carica o della funzione."
Cronologia: 13-14 aprile 2008: elezioni politiche; 8 maggio: entra in carica il governo Berlusconi;
22 luglio 2008: approvazione definitiva della legge detta Lodo Alfano.
Da notare i termini che intercorrono tra l'inizio della nuova legislatura l'approvazione del Lodo Alfano. (che fretta!). Il 7 ottobre la sentenza della Corte già nominata prima.
Il Lodo Alfano è figlio del Lodo Schifani, già proposto durante il governo Berlusconi 2001-2006 e dichiarato incostituzionale dalla Corte il 30 gennaio 2004.
Il Lodo Schifani in cosa consisteva?
Originariamente detto Lodo Maccanico(dalla proposta dell'ex senatore della Margherita Antonio Maccanico), rappresentava un tentativo bipartisan di evitare la possibilità che, durante il semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo, l'immagine del nostro paese venisse lesa con una eventuale condanna del premier in un processo a suo carico.
Tanto che la stessa parola "lodo"evidenzia una soluzione bipartisan, ossia il frutto della mediazione tra le varie parti politiche; determinante è dunque l'apposizione di un termine (semestrale in questo caso) per la validità del "lodo" stesso.
Ma un maxi emendamento a firma Schifani(attuale presidente del Senato), portò ad uno stravolgimento dello spirito del lodo. Tale emendamento consisteva, anche in quel caso, nell'art.1:
"Non possono essere sottoposti a processi penali, per qualsiasi reato anche riguardante fatti antecedenti l'assunzione della carica o della funzione fino alla cessazione delle medesime il Presidente della Repubblica, il Presidente della Camera, il Presidente del Senato, il Presidente della Corte Costìituzionale ed il Presidente del Consiglio."
Tale articolo fu dichiarato incostituzionale per violazioni degli articoli: 3(principio di eguaglianza);
24(diritto di azione in giudizio e difesa); 111 (principio del giusto processo).
Il giorno 7 ottobre 2009 la Corte ha dichiarato dunque illegittimo anche il Lodo Alfano, per violazione degli articoli 3(sempre quello) e 138(in questo caso la Corte ha stabilito che per una legge come il Lodo Alfano fosse necessario procedere con la procedura di legge costituzionale).

Fonti consultabili:
Lodo Alfano/Schifani su wikipedia
archivio repubblica.it

sabato 10 ottobre 2009

Alza il Volume / Editors bis

E come promesso, eccovi il video di "Papillon" degli Editors!



Ieri è uscito il nuovo disco, "In this light and on this evening", andatelo a comprare!!!!!!

venerdì 9 ottobre 2009

La definitiva Guida al Telefilm!!!!!!

Amici! Come state? Dall'alto dei colli si sta abbastanza bene, al di là del fatto che causa esami sono veramente rinchiusa, che schifo!
Ma presto tutto ciò finirà! Oggi vi voglio parlare di un argomento indispensabile, i telefilm! Questa che vi presento è una lista ragionata delle mie ultime visioni, diciamo da Maggio fino ad ora!

Dexter

Lo conoscerete, parla di un serial killer che uccide solo cattivi, cioè gente che ha ucciso altra gente, e allo stesso tempo lavora per la polizia. Ah, è senza sentimenti. bè, fantastico, coinvolgente, benissimo girato, attore pazzesco, l'unico difetto è che i personaggi di contorno sono un pò insignificanti, ma è stupendo!

Chuck

Lo hanno dato su italia1 quest'estate, non fatevi ingannare dalle apparenza, Chuck potrebbe sembrare un telefilm stupido, e le voci dei doppiatori non rendono poi giustizia (sono sempre le solite 4) ma vogliamo parlare di qualità?? Chuck è una spy story a tinte comiche, il nostro protagonista è uno sfigato che all'improvviso si ritrova a conoscere tutti i segreti delle CIA e ne...paga le conseguenze! Divertentissimo, veramente ben fatto, pieno di citazioni nerd! consigliatissimo.

Arrested Development

Questa è la storia di una ricca famiglia di immobiliaristi a cui, a causa di problemi giudiziari per la maggior parte dovuti al padre, vengono confiscati tutti i beni. è una famiglia di svitati, e l'unico sano cerca di far andare avanti la baracca.
Arrested Development è esattamente come è scritto sulla fascetta di questo dvd, la migliore sitcom mai trasmessa in tv, tre stagioni, anche piuttosto troncate, andava in onda su italia1 ad un'ora improbabile, ma io l'ho recuperato perchè ne sentivo parlare benissimo...è talmente divertente e sottile che lo si può guardare per ore, non è umorismo basato tutto sulle battute com in 30 Rock, che pure, sopratutto in originale, fa sconpisciare, Arrested Development è proprio...geniale!Ah, partecipano, Ron Howard alias Ricky Cunningham nella voce narrante, Henry Winkler, cioè Fonzie, e Scott Baio, cioè Chachi. Oltre a Charlize Theron, Michael Cera e Jason Bateman, protagonista di Juno, Portia Rossi che era in Ally McBeal...e veramente lo consiglio.

Ed eccomi al telefilm per eccellenza, le serie migliore di tutti i tempi, a detta di molti

Six Feet Under

Celebre serie televisiva su una famiglia di...becchini. Ma questi non sono normali becchini, questi sono i personaggi più belli e profondi e veri della storia della tv.
Guardare Six Feet Under è un'esperienza mistica. Vi cambierà.
E si, uno dei protagonisti è proprio il nostro caro Dexter! L'altro si chiama Peter Krause e ha fatto queste due serie:

Sports Night

Pare che diano Sports Night sul digitale...è una sitcome veramente carina dietro le quinte di un programma di sport vari a New York...è della fine degli anni '90, si vedono anche le Twin Towers, ed è benissimo benissimo scritto e molto molto intelligente! e se ne sapete di sport coglierete molto più di quanto non ne cogliessi io...

e poi...

Dirty Sexy Money

Dirty Sexy Money ha una storia che assomiglia vagamente ad Arrested Development, cioè parla di una famiglia di ricchi svitati, solo che qui rimangono ricchi! Il loro avvocato di famiglia muore all'improvviso e subentra il figlio, avvocato pure lui...Cast pazzesco, Donald Sutherland su tutti. E anche se viene presentato come dramma, drammi in effetti non ce ne sono. Visione consigliata!

E dulcis in fundo...

Mad Men

Non fatevi ingannare del fatto che ne parlano tutti, quello di Mad Men è un successo meritato!!!! non è un telefilm, è una macchina del tempo, vi risucchia in quest'atmosfera anni'60 e non vi ricorderete dell'esistenza del cellulare fino ai titoli di coda. Fosse solo questo, è anche questo intelligentissimo, scritto da Dio, profondo, interessante, irriverente, sorprendente e troppo troppo bello! ah e non parla di uomini pazzi, ma di pubblicitari a New York nel 1960!

Ah, guardate chi l'ha omaggiato...

Sono tutti consigliatissimi, sopratutto Mad Men e ovviamente Six Feet Under! Altro che dottori e detective, la Sabri, dall'alto dei colli, vi porta la vera televisione di qualità!!!!!!!ciao!