martedì 9 giugno 2009

europee 2009

Riporto qui alcune affermazioni di Silvio Berlusconi raccolte oggi da Repubblica:

"Il Pdl è un grande partito,secondo gli ultimi sondaggi è al 46%" 6 maggio
"L'obiettivo del Pdl è molto più del 40%.I sondaggi ci hanno dato al 45%" 23 maggio
"Se avremo più del 40%,e i sondaggi ci danno al 43-45%,saremo leader nel Ppe" 30 maggio
"Dalle urne usciranno risultati strabilianti:il Pdl andrà oltre il 40%" 5 giugno

Silvio,come sempre,non racconta balle.
Il Pdl alle europee ha totalizzato il 35,3%,quindi non solo non stati raggiunti gli obiettivi posti da Berlusconi,ma il suo partito ha perso 2 punti percentuali rispetto alle scorse elezioni politiche.Risultato inferiore anche rispetto alle politiche del 2006,allora Forza Italia e Alleanza Nazionale assieme totalizzarono un 36%.
In ogni caso il 35% rimane comunque un risultato buono,molto buono per un partito del genere.Sopratutto quando un partito del genere è al governo del paese da un anno.

Preoccupa invece il Pd,che crolla al 26,1% contro il 33% dell'anno scorso (discesa apparente di 7 punti  percentuali,in realtà è di 4 punti,poichè l'anno scorso insieme al Pd corsero i radicali che quest'anno invece hanno presentato una propria lista).
Anche se tutto sommato voglio vedere il bicchiero mezzo pieno,nell'ultimo anno il Pd ha fatto tutto il possibile per perdere credibilità,a febbraio dopo l'abbandono di Veltroni stava al 22%;dunque si può ritenere soddisfacente il risultato di queste europee.
Certo c'è veramente molto da lavorare,le cose devono cambiare se il Pd vuole seriamente candidarsi alla guida del Paese e guadagnarsi la stima degli elettori.

Assurdo il 10,6% della Lega Nord,è un risultato incredibile se teniamo presente che dal centro Italia in giù non prende praticamente un voto.
E questo risultato avrà pure conseguenze sull'azione di governo.
Presto vedremo i ricatti della Lega.Anzi,a poco più di 24 ore dalla chiusura dei seggi c'è già stato il primo ricatto:il partito di Bossi ha imposto a Berlusconi di prendere posizione nei confronti del prossimo referendum "Non sosterrò il referendum!".Ma voi ricordate quando disse "Sarebbe stupido per il Pdl non votare SI al referendum"?Io lo ricordo bene.
La scure della Lega inizia a fare vittime.

Dopo tutto questo mi piace dare risalto ad una cosa.Nella circoscrizione Est Debora Serracchiani,candidata per il Pd,ha ottenuto più preferenze di Silvio Berlusconi.Battuto in una regione azzurra e per di più da una donna.Tiè!Yes she can!

1 commento:

Paolo ha detto...

al termine delle elezioni sembra sempre che ci siano vari vincitori....certo il pdl sugli specchi si è arrampicato in questi giorni, anche se ha battuto certamente il pd.
più che il pdl in sè ha tenuto la coalizione di maggioranza, in particolar modo nelle elezioni amministrative, non tanto nelle europee, grazie all'apporto della lega, che al nord ha consensi stratosferici. la Serracchiani è da tenere d'occhio, speriamo porti forze e idee nuove per la sinistra